Dalle 9 alle 19 Lun-Ven

Via Cigna 15

10155 Torino

+39 0114368068

“Il recupero del patrimonio immobiliare rappresenta un’opportunità per tutto il settore”

“Il recupero del patrimonio immobiliare rappresenta un’opportunità per tutto il settore”

Un paese di 20 milioni di proprietari di immobili. Immobili però spesso vuoti, bloccati dal basso numero di compravendite. In questo scenario, il recupero del patrimonio italiano rappresenta il futuro dell’edilizia e del settore. Già oggi infatti il 19 per cento delle compravendite riguarda case ristrutturate. Gaetano Coraggio, di Paspartu Italy spiega come si sra trasformando oggi il mercato e come rispondere alle nuove esigenze.

Negli ultimi anni il mercato immobiliare ha subito una battuta d’arresto. Cos’è che è cambiato?
Il mercato immobiliare non è cambiato oggi, oggi ce ne stiamo accorgendo rispetto agli effetti economici. Noi abbiamo iniziato 4 anni fa con lo stesso scenario: patrimonio bloccato, pochissime compravendite. Solo in questo momento esiste una varietà di immobili non allocati, vuoti. Di fronte a questa situazione e con almeno 20 milioni di immobili destinati ad uso residenziale, il concetto di rigenerazione rappresenta una straordinaria opportunità. Ciò si inserisce in un quadro di esigenze a livello nazionale. Ristrutturare significa valorizzare questo patrimonio.

Nel vostro ventaglio di offerte avete anche quello che si può definire un “prodotto ristrutturazione”. Di cosa si tratta?
È stata la nostra scommessa. Abbiamo traslocato un esercizio artigianale in un prodotto standardizzato su tutto il territorio nazionale. In questo modo costi e tempi di consegna sono ben definiti, senza possibilità di cambiamento. Un po’ come quando si acquista un telefonino o un’auto. Questa è customizzabile, ma una volta scelta la si acquista al budget determinato. Si tratta di un progetto ambizioso, perché utilizziamo il settore artigianale, a km zero. Per poi lavorare su tutto il territorio nazionale. In questo modo siamo in grado di garantire tutto il processo: dal progetto, alla concessione urbanistica, alla detrazione fiscale, fino al collaudo e alle certificazioni.

Qual è la sua idea di casa bella?
Una casa bella non è più solamente estetica. È una casa funzionale, già a partire dal dimensionamento. È una casa infrastrutturata, moderna, sicura. La casa bella è la casa online, ovvero con un’infrastruttura digitale, collegata agli impianti, che devono essere efficienti. Una casa salubre, non energivora. La salute legata agli ambienti domestici sarà il tema del futuro: la salubrità indoor sarà una delle richieste maggiori. Ecco le ragioni che proietteranno i consumatori verso l’acquisto.

Una casa connessa, moderna. Ma anche efficiente.
La casa bella è una casa salubre e online. Il recupero del patrimonio immobiliare italiano rappresenta un’opportunità per tutto il settore. Gaetano Coraggio, di Paspartu Italy spiega come si tra trasformando oggi il mercato e come rispondere alle nuove esigenze. Un paese di 20 milioni di proprietari di immobili. Immobili però spesso vuoti, bloccati dal basso numero di compravendite. In questo scenario, il recupero del patrimonio immobiliare italiano rappresenta il futuro dell’edilizia italiana e del mercato immobiliare. Già oggi infatti il 19 per cento delle compravendite riguarda case ristrutturare.

Dal rapporto presentato con Scenari Immobiliari si legge come la sostenibilità ambientale e il risparmio energetico siano alcune delle richieste principali.
Certo. Addirittura noi ci auspichiamo che il legislatore intervenga per penalizzare i soggetti che conservano o operano una scarsa manutenzione su case energeticamente inefficienti. Così come è successo nel settore automobilistico. In questo modo verremo a determinare una linea di confine tra le case che inquinano e consumano troppa energia e case con standard di consumo e inquinamento moderni, più attuali ed ecosostenibili.

Fonte: Idealista/News
https://www.idealista.it/news/finanza/casa/2017/03/29/122589-il-recupero-del-patrimonio-immobiliare-italiano-rappresenta-il-futuro-delledilizia#xts=402916&xtor=EPR-140-%5Bche_succede_20170329%5D-20170329-%5Bm-02-titular-node_122589%5D-7219699@3

img

Studio Cigna s.r.l.

Articoli correlati

  • News

Manovra correttiva 2017: le novità per il settore immobiliare

Con il voto di fiducia alla Camera, arriva ormai alle battute finali la manovra correttiva alla...

Leggi
di Studio Cigna s.r.l.
  • News

Italiani proprietari di casa: il 77,4% delle famiglie vive in un’abitazione di proprietà

Il 77,4% delle famiglie italiane è proprietario della casa in cui vive, si tratta di quasi 20...

Leggi
di Studio Cigna s.r.l.
  • News

Compravendite, nel 2016 balzo in avanti del 18,9%. Guerrieri: “In futuro probabile trend di crescita più moderato”

Dopo anni difficili, nel 2016 il mercato immobiliare è tornato a respirare. In termini di numero...

Leggi
di Studio Cigna s.r.l.

Unisciti alla discussione